Download Free Templates http://bigtheme.net/ Websites Templates

Un uomo di 52 anni è morto a pochi passi dall'ospedale di Eboli. Questa tragedia sia di monito contro il cinismo

Un uomo di 52 anni è morto, ad Eboli, per un arresto cardiaco a 100 metri dall’Ospedale Santissima Maria Addolorata. L’uomo, di origini marocchine, soltanto l’anno scorso era stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico di innesto di un bypass coronarico che – sperava – lo avrebbe rimesso nelle condizioni di salute indispensabili per lavorare e per continuare a mantenere la sua famiglia, i suoi figli, che vivono insieme alla moglie in un villaggio nei pressi di Casablanca.

Leggi tutto

Stampa

C'è un Sud che, nonostante i problemi, vince

C’è un Sud che vince. È quanto è emerso lo scorso 7 dicembre, nel corso di un interessantissimo dibattito svoltosi a Napoli ed organizzato dal quotidiano ‘Il Mattino’ che ha visto la partecipazione, fra gli altri, del Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco, autore del recentissimo libro “Anni difficili. Dalla crisi finanziaria alle nuove sfide per l’economia”, edito da ‘Il Mulino’.

Leggi tutto

Stampa

La polemica sui vaccini è sterile e pericolosa

Periodicamente riemerge la polemica fra i cosiddetti no vax – cioè coloro che con argomentazioni varie pongono dubbi o si appongono alle vaccinazioni obbligatorie – e chi sostiene, dati scientifici alla mano, che le vaccinazioni contro le principali patologie dell’età infantile sono necessarie alla salute delle giovani generazioni e più in generale alla tutela della salute pubblica.

Leggi tutto

Stampa

Nel centenario della I Guerra mondiale si riaffermi una idea di Europa che abbia la cento il progresso e lo sviluppo sociale

Oggi 4 novembre ricorre il centenario della fine della I guerra mondiale, la Grande Guerra definita da Papa Benedetto XV “inutile strage”. In una interessante intervista pubblicata sul Corriere della Sera, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha approfondito questo delicato argomento, inquadrandolo in un’ottica di scenario storico complessivo: “ll ‘Secolo breve’ – di cui simbolicamente la prima guerra mondiale ha segnato l’inizio - si è presentato con la più dolorosa delle eredità: dieci milioni di morti nella sola Europa.

Leggi tutto

Stampa

Abdon Alinovi: Il suo pensiero politico e la sua azione un esempio da non dimenticare

A pochi mesi dalla scomparsa – avvenuta a 94 anni lo scorso febbraio - si è svolto alcuni giorni fa un interessante convegno per ricordare la figura di Abdon Alinovi. Storico dirigente politico del Partito Comunista Italiano, ma anche intellettuale di prestigio ed attivo nel campo della cultura da decenni. Abdon Alinovi – orgogliosamente di origini ebolitane - è stato protagonista della scena politica campana sin dall’immediato dopoguerra, allorquando fu chiamato a collaborare con Pietro Amendola e a dirigere, a Salerno capitale provvisoria dell’Italia liberata, il giornale “Unità Proletaria”, che diverrà poi la “Voce Salernitana”.

Leggi tutto

Stampa

Altri articoli...

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookies Policy.